LE MIE PRIME PAGELLE: MARATONINA DI BUSTO ARISIZIO

  • Stampa

Ciao a tutti,

invece di scrivere le solite cronache, ho deciso, visto la mia esperienza, di tentare di fare le pagelle a tutti i partecipanti della maratonina di Busto Arsizio svoltasi domenica scorsa. Naturalmente, poiché c’è sempre qualcuno che non capisce, inizio a commentare il runner con il miglior tempo fino ad arrivare a quello più scarso.

Marian Pintilie: voto 10+. Non ho messo la lode in modo che per il futuro si impegni a battere il primato di quel  tapascione di Aurilia che non si fa più vedere. Comunque niente da dire, tanti dovrebbero imparare da lui: poche parole per non sprecare fiato per correre.

Massimo Parlanti: voto 5. E’ dal mese di gennaio che cerca di battere il tempo che ho fatto a Novara. Anche questa volta non ci è riuscito. L’ho visto ad un cambio di direzione, al decimo chilometro, e già era mezzo svampato; rosso in faccia pronto a saltare in aria.

Eugenio Corbetta: voto 4.  Come Parlanti: non riesce a superarmi nella mezza. Ci ha provato ad Alessandria ed è finita come tutti sanno (al cesso). A Busto ha fatto ancora peggio, chiudendo con un tempo mediocre.

Luca Rotolo: voto 7: complimenti, un buon rientro con un buon tempo dopo i tanti acciacchi che ha dovuto subire in questi ultimi tempi.

Salvatore Fausciana: voto 8. Grande il suo personal best. Si vede che dopo aver corso con me nella mezza di Monza dell’anno scorso ha acquisito quell’esperienza e quella cattiveria che servono per raggiungere i migliori risultati.

Davide Tornatore: voto 4. “Inizia ad ordinare una quattro stagioni per me e due pizze al salame piccante, una per mia moglie e una per  mia figlia con due birre e una coca. Vedi se ci sta anche il dolce”. Da quando mira le classifiche dei tapascioni è diventato proprio un tapascione. Va sempre peggio e dice “ tutti a Pisa”! A fa cus’è?

Paolo Collaro: voto 7. Non lo conosco però penso che sia rimasto soddisfatto della sua gara. Meglio di tanti altri che corrono da noi da anni senza ottenere tali risultati.

Diana Bulache: voto 8. La volevo  salutare ma non l’ ho vista. Anche se credo che ha poco tempo per allenarsi, ha staccato il miglior tempo della classifica femminile. Brava!

Giuliano Rochetta: voto 5. Non capisco, è tanto veloce nei diecimila quanto è scarso nella distanze più lunghe. “Se vuoi e visto che il fisico ce l’hai, qualche tabella e qualche consiglio te lo posso anche dare”.

Stefano Rotolo: voto 6. Senza lode e senza infamia. “Sono i tuoi tempi alla fine. Vero”?

Moreno Perego: voto 7. Ken, gran rientro dopo la magra figura di Monza. Da lontano si vede che voli anzi che “ta sgurat”. Vola Keniano, vola.

Claudio Lazzari: voto 3. Veramente scarsa la prestazione di Lazzari. Lotta continuamente contro  il suo fisico senza venirne a capo. Consiglio più velocità, più ripetute e meno dolci. Non oso immaginare come sarà ridotto dopo il Passatore. P.S. Non  allenarti con Mapo, corri con quelli più forti di te.

Filippo Rochetta:  senza voto.  Visto che mi sei molto simpatico rinvio il mio giudizio alla tua prossima gara; sperando in un tempo più decente!

Naturalmente lascio a voi stilare la mia pagella.

Ciao e alla prossima.

Ah dimenticavo, complimenti a Mac e Visma per le prestazioni straordinarie di domenica scorsa.