Lunedì, Giugno 24, 2019

Relay Marathon - Milano City 2012


 "Fam Fum Frec e Fastidi" (Fam= Emanuela; Fum=Laura; Frec=Maruska; Fastidi=Manuela) Con questo nome, che ha ricevuto anche i complimenti dal ragazzo attempato milanese d.o.c.g. che ci ha consegnato i pettorali, ci siamo presentate alla Relay Marathon Milano 2012. 4 donne, di cui 3 che il 18 marzo hanno conquistato Roma con la loro prima maratona e
una (il capitano) che ha portato a casa un PB invidiabile sulla mezza alla Stramilano. Un mix così non poteva essere che invincibile :-) 
Non si può non parlare del clima, se l'anno scorso faceva fin troppo caldo, quest'anno fin troppo freddo...della serie le donne non sono mai contente ! Ma il nostro capitano (Frec) aveva pensato a tutto e ci ha fornito di una divisa ufficiale, 4 bei sacchi dell'immondizia, rigorosamente rosa per non rinunciare alla femmininilità che si sono rivelati indispensabili durante l'attesa del proprio turno di corsa. 

Lo sappiamo che non si dovrebbe fare, autoelogiarsi, ma siamo state brave, non solo per i tempi ma perchè siamo state davvero una squadra. Ci siamo ritrovate prima intorno ad un tavolo, abbiamo definito dettagli, orari e strategie...ovvero come riconoscersi al cambio, se la divisa scelta fosse abbastanza smagrente e slanciante, quale crema mettere... !
Ripensando a Roma e all'edizione della staffetta/maratona milanese dell'anno scorso il primo aggettivo che viene in mente è che sia stata una maratona "silenziosa". Non c'era musica lungo il percorso e causa pioggia poche persone che incitavano, ma è Milano e si sa i Milanesi fanno a gara solo in macchina e a chi conia l'insulto più singolare...

Nota molto dolente, l'organizzazione del ritiro borse ai cambi, centinaia e centinaia di borse rovesciate e accatastate senza criterio numerico, dove ci si doveva tuffare in mezzo e votarsi a qualche Santo. Delirio soprattutto aspettare con il freddo e tutti gli indumenti bagnati.

 Ma Fam, Fum e Frec dopo la loro prestazione sotto la pioggia sono riuscite comunque a incontrarsi al punto "X" per  spettare Fastidi, l'ultima staffettista. Senza farci incutere timore da un bambino che ci ostruiva la strada, lo spalliamo in perfetto stile Runners Desio ed invadiamo passando oltre le transenne la corsia di gara all'altezza del Castello e nell'attesa vediamo passare Michelle Hunziker e il nostro primo pensiero comune guardandoci è stato " la immaginavo più alta" :). Siamo
donne, non c'è che dire !
 Il capitano con le sue lenti a contatto nuove di zecca riesce a scorgere da lontano Fastidi che procede "balzellon-balzelloni" con passo lesto, così ci buttiamo nel mezzo, ci prendiamo per mano e la squadra finalmente riunita tagliava il traguardo con le mani alzate !
Un tipo di corsa, la staffetta per chi vi si apprestava per la prima volta molto divertente ed elettrizzante (pioggia, rane e muffa a parte) e di grande spirito sportivo. E' stato bello vedere passare i Top e
gli altri, TUTTI VOI, e veder mettere lo stesso maledetto impegno, fare iltifo e vedere che un cinque battuto al volo restituiva fiducia in chi procedeva a passo di gara e le espressioni di gioia da chi un po' cominciava a calare. Quante emozioni sono passate davanti ai nostri occhi da quei cambi...e la stessa che abbiamo visto negli occhi in ognuna di noi al
passaggio del testimone. Non era solo un chip a passare di mano in mano, ma amicizia e voglia di fare bene, di arrivare al traguardo...e al proprio obbiettivo personale e sapere di aver contrubuito anche un po' per chi ha più bisogno. E' un nuovo approccio alla corsa, che solitamente è individuale ed invece quanto "INSIEME" in questa staffetta...

               Grande felicità e soddisfazione per questa impresa portata a
termine con successo ! Ma siamo runners e non abbiamo tempo da perdere, la
Brianza Grand Prix by night è alle porte ! A presto !

               Le vostre Fam, Fum, Frec e Fastidi

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna