Giovedì, Marzo 21, 2019

55 ma Monza Resegone - Il fascino di questa corsa

il sorpasso2 200 x 125Sabato 28 Giugno 2014, ristorante sul lungolago di Valmadrera , stiamo festeggiando il mio compleanno, dall’altra sponda del lago si odono le voci ed i suoni della 10K del Manzoni. Ed ecco la domanda sibillina “ mah tu adesso avrai mica intenzione di riprendere a correre….silenzio ….certo farò qualche corsa le più significative….la Monza Resegone……..Perchè la Monza Resegone perché è una corsa affascinante, un fascino tutto suo, è una gara unica e solo chi l’ha vissuta può capirlo, per tutto gli altri siamo un gruppo di matti. Voglio correrla,  così  da Gennaio mi metto  alla ricerca di due compagni disposti a partecipare, disposti a correrla con me. Così alla fine riesco a convincere Alessandro e Izio. Ale lo conosco bene, con lui ho corso la mia prima Mo_Re, e nonostante lo sberleffo del sorpasso a Santa, quest’anno ha fatto dei grandi miglioramenti, e un testone ma anche un testardo un duro che non molla mai. Izio un runners  discreto, niente chiacchiere e proclami ma quando si tratta di correre lui non manca mai. Eh così la squadra è fatta,

Quest’anno la partecipazione dei Runners alla MoRe è limitata, i forti ed agguerriti, Max Pavan e Recalcati, Tornitower Maffo e Nava, Phil Giuliano ed il socio , e gli outsider RDS Colza ed un amico sponsorizzati dal Bar Gelateria. Arriva il giorno della 55 ma edizione, raggiungiamo la piazza dell’Arengario, è affollata e gremita da una moltitudine di runners, amici, parenti, pubblico e curiosi che passano incuriositi da questa moltitudine colorata, si respira un’aria festosa e di tensione, tutti i partecipanti conoscono le difficoltà che li attenderanno, questa corsa la temono e la rispettano perché è una gara dura, imprevedibile. Troviamo tanti amici, i nostri compagni di squadra, un saluto qualche battuta ed è il nostro momento: Squadra 187 Runner Desio B Maurizio Molena, Alessandro Rimoldi e Francesco Operato, come Francesco io sono Fred, chi mi ha cambiato nome! Foto di rito 3,2,1 si parte, la testa è un insieme di sensazioni contrastanti: l’entusiasmo della partenza, il pubblico che applaude e ti incita, i timori per l’avventura che sta per cominciare e si trasforma in panico, lo stomaco si chiude, quando superato il ponte dei leoni la strada si fa buia e ti rendi conto che fino a quel momento si era scherzato adesso bisogna fare sul serio, non si può più tornare indietro. Partiamo corriamo veloci tra due ali di pubblico, cercando i volti di amici tra la folla, superato il ponte dei Leoni, richiamo Ale all’ordine, rallenta, frena…..In settimana avevamo concordato la strategia avevamo deciso di correre a passo 5.30 e invece stiamo correndo a 4.30 ,4.40, troppo veloci. Ci seguono di supporto in bicicletta Davide dotato di borracce e carta igienica, e l’amico Fabio, equipaggiato con faro potente e contachilometri funzionante. Ale corre in testa davanti, determinato a un passo troppo veloce, io ed Izio dietro, cerchiamoo di frenare l’irruenza di Ale, lo richiamo, lo tiro per la canotta,  lui rallenta e poi riparte. Così corriamo i primi 16 km a media 5.00 e anche meno, Izio commenta”..così ci tira il collo...ci fara scoppiare”  gli rispondo “…digli qualcosa tu perché a me non da retta…se no vado là e gli do un pugno in testa, se no poi ci piantiamo a Calolzio….”. Attraversiamo i paesi il pubblico ci incita e incoraggia, si alternano le salite alle discese tratti bui nel nulla , sempre accompagnati dai ns. corraggiosi ciclisti, che illuminano la strada e ci passano la borraccia. Così scorrono veloci i km, Ale sempre là davanti a tirare, le sensazioni non sono delle migliori, ci avviciniamo a Calolzio, incomincio a sentire i sintomi dei crampi ed una strana sensazione alla pancia, chiamo Davide “ prepara la carta igienica!”.

Raggiungo Ale il volto è stravolto il respiro è affannato, segno che sta entrando in crisi anche lui, entriamo a Calolzio veloce spinti dall’entusiasmo del pubblico e  li ci piantiamo, incominciamo a camminare e raggiungiamo Rosseto, dove ci attendono per il cambio. Un momento per riprendersi, quell’angelo di Ester mi passa il cambio e mi prepara la borraccia con gli integratori ma non riesco a buttare giù più niente, mando a quel paese quel rompi di Iugi e Vito Vomitino ricordandogli le sue gesta su quella salita. Ripartiamo ed entriamo a Erve di corsa, superato il cancello Ale mi chiede se voglio fermarmi li e ritirarci, mai proseguiamo “marcia o muori” fino alla fine. Proseguiamo, davanti a noi un lungo serpentone luminoso che sale, l’ascesa fino alla forcella è un calvario, barcollo sono ormai piegato, fatico a salire e mi attardo, sembra non finire mai, arriviamo al rifugio Ale e Izio che mi precedono, mi aspettano, ecco l’arrivo: squadra 187 al completo. Stupidamente la delusione per aver rovinato la corsa dei miei compagni, non mi fa neanche godere la soddisfazione di aver portato a termine la Monza-Resegone. Tanti hanno sofferto e sono arrivati sfatti e distrutti, tutti entusiasti per aver partecipato a questa corsa . La calca del rifugio accomuna tutti. Mah non è finita adesso ce la lunga e faticosa discesa. Ogni volta ti dici mai più, basta e invece poi…..all'alba ci ritroviamo su una panchina ad Erve con Maffo, Nava e Tornitower e Max distrutti, passano i runners come zombiun saluto un cenno, alla prossima. Questo è il fascino di questa corsa. 

Commenti  

 
# Selvadich 2015-06-23 08:10
Grandissimi!!!! !!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# walter 2015-06-23 09:27
Complimenti a tutti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ste 2015-06-23 09:34
complimenti a tutti per aver concluso "la corsa"!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# antonio 2015-06-23 10:05
E' stata una grande emozione accompagnarvi.. . il primo passo verso la MO RE in bici chissà il prossimo.... di corsa ? Bravi runners
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# la gessica 2015-06-23 11:04
ahaahahahha vitto vomitino.. hahahahah!!
Complimenti ragazzi!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# matteo 2015-06-23 11:30
Complimenti a tutta la squadra!!! E' stato davvero divertente il "siparietto" al cambio a Calolzio!!! ahahahah....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# tornitower 2015-06-23 11:36
Grande Fred, quando si è in crisi e davanti hai quelle terribili salite, bisogna avere una forza di volontà d'acciaio per poter dire poi "Mi lu fada", hai tutta la mia stima. Ma ai tuoi poveri compagni di avventura gli hai storditi per benino con la tua parlantina spigliata ??
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alessandro61 2015-06-23 11:39
Preparati per l'anno prossimo va, che ti devi rifare!
Dai che comunque va ben anche così , bravo lo sesso Fred !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Patane 2015-06-23 12:33
Fantastico Fred ...Complimenti Ale e Izio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# marco maffeis 2015-06-23 12:33
Grande Fred!!Siete stati fantastici.
Bellissimo anche il racconto|||
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Garosio 2015-06-23 17:36
Ben fatto !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# salvatore 2015-06-23 21:37
Bravi tre eroi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maruska 2015-06-24 10:15
oltre ad un gran spirito ci vuole anche un gran sentimento per fare la Mo.Re....di tutto il tuo racconto, mi sono fermata in quel preciso punto dove la notte si fa luce all'alba, dove i colori sono ancora freddi nei grigi dell'aurora, dove stai scendendo e le dici "ciao alla prossima" e non la lasci più una come lei! Grandi ragazzi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mac69 2015-06-25 09:26
grandissimi tutti per essere arrivati lassù e averci portato un pò tutti con voi!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# fred 2015-06-25 13:12
Ero così distrutto che sul pra di Rat non riuscivo neanche a parlare! Mah mi sono rifatto nella discesa ah ah ah
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# nonno 2015-06-25 23:33
Bravo Fred e bravo anche reca non so come ha fatto ad arrivare
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna