Giovedì, Gennaio 24, 2019

Rieccomi: Trail del Motty

enzina2 200 x 125Trail, endurance, fatica e soprattutto testa. Ritorno a fare queste gare di resistenza con un minimo di allenamento. Non che non fossimo preparati ma forse ci voleva un po’ di tempo in più da dedicargli.
Motty, Mottarone.. Un trail non lunghissimo ma con tre decise, e una in particolare, secche salite. La seconda! Quel chilometro verticale per arrivare sul Motty! 1000mt tutti d’un fiato per arrivare in quota. Un conforto lo si ha al ristoro del 16km, rifornitissimo, quindi birra e via e il verticale si fa! Poi una corsa lungo un sentiero intorno al Mottarone e cosi si scende salutando quelli della sky pentendosi leggermente perché bastava una scelta diversa e la fatica terminava. Si perde quota guardando il Motty un pelo bruttino con tutte quelle antenne. Va bhe pazienza.  E vai ancora tanto boscoe posti veramente belli. Persi 500 mt di dislivello. Rifornimento al volo in un rifugetto tipico con qualche caloroso incoraggiamento si risale. Salita non ripida come la seconda ma le gambe cominciano ad essere provate e il Garmin inizia a segnare oltre i 2000 mt di dislivello superati. Vedi qualche ritirato per crampi e chi pur allo stremo cerca di arrivare in cima alla vetta per eccelenza, peccato che poi si ritirerà, solo per la determinazione meritava di finirla. E noi riconquistato il Motty passiamo sotto il cancello poco giù con largo anticipo. Tutti ci dicono che il più e fatto. Nel frattempo Enza, mia compagnia di viaggio, si fascia le dita dei piedi. Scarpe strettee noie grandi. Ma è caparbia e non vuole abbandonare. Conosco benissimo le frasi illusorie dette al ristoroe so che si dovrà stringere i denti ancora per un po'. Si scende. Ora è tutto un sentiero agile e corribile solo una salitella dove guadagni 300 mt di altitudine ti rimette alla prova, ma dopo le intense salite fatte si viaggia senza timore. Poi ultima vetta. La più bassa. E ultimo panorama, con quello scorcio di sole si apre una vista eccezionale sui monti e laghi intorno, nonostante la non felice giornata meteo' da diventare un saluto finale al Motty e suoi dintorni. E cosi ci indicano a destra e giù in picchiata a planare su quel agoniato e meritato traguardo.

Finisher

Finisher di un'altro trail dove la determinazione e caparbietà han fatto la differenza. E qui Enza è stata brava sia con le gambe, con la testa e sopratotto col cuore. E complimenti vanno sopratutto a lei per essere stata finisher 

finisher al suo primo trail finisher nonostante tutto.......

Grande!

 

 

 

 

Commenti  

 
# domenico 2016-05-12 09:19
Grandi Ciaci&Enza, volevo esserci anch'io ma per infortunio l'ho saltato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ste 2016-05-12 09:25
complimenti!!!! !!!!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Patane 2016-05-12 13:27
Nove Ore quattordici minuti e 16 secondi ...solo a scriverlo mi gira la testa!! Complimenti Vivissimi ad entrambi; spero che la mia Mo-RE duri di meno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# marco maffeis 2016-05-12 17:24
complimenti per la gara....bravo ciaci
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ciaci 2016-05-12 22:43
Bisogna solo crederci, e correre in montagna su sentiero non è poi cosi impossibile come si pensa. Nei trail la distanza è tanta, ma se ti gestisci bene e fai i recuperi diventa più bello che correre contro il tempo. E più tranquillo che fare un tempo in maratona. E' forse più appagante...
Domenico ok alla prossima.
Grazie a tutti e spero di vedervi sui sentieri e alle tapasciate.. :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# nonno 2016-05-13 23:42
bentornato e complimenti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna