Martedì, Maggio 21, 2019

Una Skyrace spericolata

vlcsnap-2012-07-16-00h09m04s198 Small7a SKYRACE delle Apuane - Fornovalasco (LU) 15-07-2012 Poca è la voglia di correre oggi. Alzarsi alle 5:30 per farsi 1h e 1/2 di macchina per andare a Gallicano e poi da lì bus navetta che mi porterà nel cuore della Garfagnana a Fornovalasco. Potrei rimanermene a Lerici e andarmene in spiaggia e starmene in ammollo tutto il giorno. Ma la vita del trailer è fatta di sudore e fatica e alle 9:30 sono lì che parto assieme ad altri 230 amanti delle montagne e delle scarpinate. E dopo qualche metro sono già contento di esserci. Sin dai primi km rimango imbottigliato in una lunga fila indiana che sale sino al Monte Forato, il percorso in tutta la sua lunghezza è prevalentemente su single track e partire nelle retrovie significa anche rimanerci. Ma questo mi interessa poco , ho con me la mia fotocamera per riprendere un video e me la prendo comoda. Il tracciato è molto vario e molto tecnico. Bisogna stare molto attenti perchè cadere qui, in certi punti, significa volare a valle. Nel 2008 un trailer vi ha perso la vita proprio per una caduta. Per questo sul percorso gli alpinisti presiedono i numerosi punti pericolosi , sistemando le corde per aiutare ad attraversarli. La salita è dura ma anche nel piano si và lenti perchè si corre sui costoni delle montagne. I ristori sono ben sistemati, numerosi e ben forniti di tutto quel che abbiamo bisogno ,Coca Cola inclusa.
Il clima è favorevole , non fà caldo, anzi, per fortuna ho doppia maglietta perchè in alto fà freschetto. Nonostante stia molto attento cado per ben 3 volte guadagnandomi un bell'ematoma alla coscia sx .
Si arriva alla cima del Pania della Croce stanchi ma molto appagati dagli scenari, da qui si vede anche il mar tirreno. La discesa inizia con un bel tratto roccioso da fare tutto a saltelli, e scopro che è il mio terreno ideale, mi diverto da matti. Poi inizia un tratto tutto sassi e ghiaia , dove anche lì molti fanno fatica al mio contrario. Si arriva alla zona boscosa e qui la mia caviglia comincia a lamentarsi. Ci si avvicina all'arrivo e dopo tanta discesa ecco un bel strappo in salita ... e alzo la bandiera bianca ... sono esausto. Finito l'ultimo calvario ecco l'asfalto e si riscende verso Fornovalasco, passo la Grotta del Vento e eccomi in paese.
Taglio il traguardo stanco e mi precipito a divorare l'anguria fresca del ristoro.
Veloce rinfrescata nelle acque del torrente che taglia in due il pittoreco borgo garfagnino e si ritorna a Gallicano per le doccie presso la piscina comunale, il pasta party e la premiazione.
Qui si premia sino al 30° di categoria e io ci sono ampiamente dentro.

Che dire di più ? lascio parlare il video che ho fatto , dove mancano parecchi punti dove però era difficile stare in equilibrio con la fotocamera in mano. Posso solo aggiungere che ad oggi è stata la gara più bella a cui abbia partecipato e sicuramente la rifarò volentieri .

Ora riposo assoluto ... ho da rimettere insieme i cocci per il Giir de Mont ...... poi, per un bel pò, basta Skyrace o sarò da rottamare

..... qui lo dico e qui lo nego.

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna