Giovedì, Marzo 21, 2019

Giro delle Casere

Giro delle casere , mi sono iscritto con un po' di timore perchè sulla carta mi spaventava la lunghezza del percorso ma soprattutto l'altimetria da spavento. Ormai è fatta ...domenica 27 sarà un bel test!

Questa mattina parto per Taleggio frazione Sottochiesa .
Arrivo in loco , dopo aver regolarizzato l' iscrizione ,incontro i vari skyrunners conusciuti nelle gare precedenti e subito mi informo sul percorso. I miei timori non erano così infondati! Per comfortarmi scopro che alla partenza saremo solo 127 matti tra cui i migliori skyrunners in circolazione .
Alle 9 in punto si parte ,neanche a dirlo subito salita dura , per 2 km su asfalto poi si imbocca una mulattiera che poco a poco  diventa sentiero che ci porta alla prima vetta di giornata ai 1650 del rifugio gherardi. Faccio parecchia fatica a carburare ma aspetto la discesa terreno a me più congeniale. Arrivati al rifugio inizia la prima discesa , pratone abbastanza pendente,  poi bosco che ci porta a piazzoletto a 1360 .Si ricomincia a salire prima nel bosco poi si esce allo scoperto e davanti lo spettacolo della seconda cima di giornata i 2009 della cima Baciamorti  . Il nome non è casuale una scalata davvero tosta , recupero almeno una decina di posizioni la gamba risponde davvero bene però non devo esagerare potrei pagare dopo . Finalmente in vetta ,senza parole , in mezzo alle nuvole , uno spettacolo mozzafiato. Ora si scende a baita Regina a 1800 discesa relativamente facile. Ecco difronte a me la " cima coppi" i 2013 di cima Sodadura , un mostro , non c' è nemmeno il sentiero ognuno fa il percorso che ritiene più giusto tanto bisogna arrivare là . Very strong ! Qui si fà la differenza .. Salgo forte stacco tutti i miei compagni, mi sà che sto esagerando ma fa niente la voglia di arrivare in cima è tanta . Ora uno dei tratti più difficili della gara la discesa che porta ai piani di Artavaggio , dislivello di 363 m in nemmeno 1 km ,un salto nel vuoto !
Le gambe cominciano a essere stanche ma quello che piú mi infastidisce sono i piedi messi alla prova dalla dura discesa. Finalmente il tratto duro è finito ora la discesa lunga ma corribile mi porta a Vedeseta dove è posto l'arrivo. Chiudo in 3.39 sono contento più o meno in 60esima posizione ( non ho ancora visto le classifiche).ottimo il pranzo servito al tavolo antipasto primo secondo acqua vino a volontà.Bilancio della giornata super positivo grazie al clima che si respira in queste gare e agli skyrunners che è gente davvero dura ma molto cordiale e amichevole ! Grazie alle nostre montagne!!E come dice Oswo (bidonaro )rock'n'roll !!!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna