Giovedì, Gennaio 24, 2019

Quattropassi in Franciacorta

Sabato pomeriggio parte la delegazione di 3 Runners di Desio, formata da me, Salvatore e Marian con destinazione Camignone dove si disputa la mezza maratona "Quattropassi in Franciacorta". Neanche un ora e siamo già a destinazione, subito notiamo la buona organizzazione della gara, parcheggi ben segnalati e abbondanti  e procedura ritiro pettorali veloce e in ambiente confortevole. La nostra curiosità è quella di vedere come sa la caverà Marian alla sua prima mezza maratona dopo l’ottima prestazione sui 10K a Villasanta. Io e Salvatore siamo piuttosto acciaccati lui alle prese con un problema al ginocchio e io con la mia cronica contrattura al polpaccio che quest’anno non mi vuole proprio abbandonare, per cui il nostro obiettivo considerato anche il tracciato collinare e di fare un allenamento veloce. Salvatore non era convintissimo di partecipare mentre io essendo stato fermo a lungo avevo una gran voglia di fare una gara prima delle vacanze estive e la Quattropassi in Franciacorta mi sembrava un po’ l’ultima occasione buona così abbiamo un po’ insistito con Salvatore che anche per senso di amicizia si è iscritto all’ultimo momento.

 

Un po’ di riscaldamento e poi andiamo a posizionarci in partenza, Marian su nostro consiglio si posizione il più avanti possibile mentre io e Salvatore rimaniamo più arretrati. Alle 19.15 parte puntuale lo start, la temperatura è alta (circa 30°)° ma i primi 6 KM sono in discesa e non c’è molto traffico dato il limitato numero di partecipanti (circa 600) per cui l’andatura è molto scorrevole inoltre il paesaggio intorno è molto bello si prende subito una stradina di campagna con uno sterrato ben battuto dove si possono vedere i bei vigneti della Franciacorta. Dal 7 KM la strada comincia a salire leggermente e vado subito in crisi, Salvatore è molto più pimpante gli dico di andare ma lui cerca di incoraggiarmi e sta ancora con me, la strada continua a salire sino al KM 10 dove si raggiunge il paese di Monterotondo e dove è collocato il GPM, sono sempre più in difficoltà, fortunatamente non mancano mai rifornimenti, spugnaggi e docce che danno un po’ di sollievo. Dal 11 KM la strada finalmente spiana così mi riprendo un po’, Salvatore finalmente mi da retta e va via ad un passo molto più veloce del mio. Dopo pochi KM di tracciato sempre molto bello sul piano paesaggistico ri-inizia la salita ma questa è peggiore della precedente, da li in poi è crisi totale, maledico il momento in cui mi sono iscritto e vorrei abbandonare mi tiene in pista solo l’orgoglio. Dopo una salita durissima (almeno per me e tale, farebbe sicuramente ridere gli amici che lo stesso giorno stanno disputando la Monza Resegone) si arriva a Provezze al KM 17 circa, da li in poi le salite sono meno impegnative ma è tutto un continuo salire e scendere. Sul tracciato siamo veramente in pochi e ad ogni piccola salita vorrei mollare e mi trascino avanti con i denti ma paradossalmente mi accorgo che in discesa sono ancora più lento visto che quei pochi che supero in salita in discesa mi ri-superano. Vengo superato da un atleta della mia altezza ma ad occhio e croce con almeno 20 KG e 10 anni di più, se non lo ri-supero riconsegno la maglia ai Runners di Desio e mi ritiro per sempre !!, così ingaggio un duello stile old wild west contro l’omino Michelin, in salita lui quasi si ferma e lo supero ma nelle discese arriva inesorabile con la sua falcata inverosimile (passi cortissimi ma veloci). Arrivo così finalmente al KM 20 e arriva la sensazione che riuscirò a finire questa maledetta gara !! l’omino Michelin però non molla, sarà mica Gelindo Bordin o Alberto Cova e io non l’ho riconosciuto dato l’aumento di peso e gli anni in più !! Con un po’ di orgoglio riesco a distanziarlo ed arrivo al traguardo stremato, mai fatto tanta fatica !! e tanta fatica per fare il mio peggior tempo su una mezza. Incontro subito Marian e Salvatore, la bella notizia è che Marian ha fatto un ottima gara, è arrivato sotto l’1.25 in una gara dura, ma soprattutto è arrivato 3° della categoria TM. Marian va veramente forte !, ho la sensazione che con le maratonine autunnali possa guadagnarsi un posto sul podio della Hall of Fame dei Runners di Desio. Così aspettiamo la premiazione di Marian e andiamo al ristoro dove ci sono delle ottime torte di ogni genere e tipo a conferma dell’ottima organizzazione. Si torna tutti a casa, Marian con il premio, Salvatore con la sua buona prestazione e io con una contrattura che con la gara ho trasformato in uno stiramento !!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna